Isole Tremiti, cosa vedere e come raggiungerle

Le Tremiti, riserva naturale oltre che santuario del Parco Nazionale del Gargano, sono famose per la vegetazione lussureggiante e il mare incontaminato e ricco di vita marina, le immersioni sono particolarmente apprezzate per la natura incontaminata del mare.

Le Isole Tremiti sono l’unico arcipelago del Mar Adriatico situato al largo del Gargano, in Puglia, a 12 miglia a sud della costa settentrionale della Puglia. Sono note come Isole Diomede e sono destinazioni turistiche popolari per le loro acque limpide, i fondali puliti, il clima piacevole, l’aria pura, la vegetazione lussureggiante, la natura incontaminata, le baie e i promontori e le coste basse, sabbiose e rocciose che si ergono ripide dal mare.

Booking.com

C’è molto da fare oltre a nuotare nell’acqua limpida e a prendere il sole in una delle tante calette romantiche. Potreste non credere che si tratti del mare Adriatico quando vedrete la limpidezza del fondale con le sue tonalità chiare, blu e turchesi.

L’acipelago delle Isole Tremiti è composto da ben cinque isole: San Domino, San Nicola, Capraia, Cretaccio e Pianosa, queste 5 isole compongono la bellezza naturale delle isole tremiti.

San Domino: Una fitta foresta di pini d’Aleppo ricopre l’isola, rendendola una delle località più belle e paesaggisticamente diverse d’Italia. I monaci benedettini la chiamavano Giardino del Paradiso e intorno ad essa si trovano tre grotte, tra cui la grotta del Bue Marino, la grotta delle Viole e la grotta delle Rondinelle. Queste grotte possono essere visitate in barca.

San Nicola: I centri storici, religiosi e amministrativi dell’arcipelago sono musei all’aperto. L’abbazia di S. Maria a Mare è la più grande delle Tremiti ed è un museo a cielo aperto. Le sue origini si perdono nella leggenda in questa abbazia, che è la seconda isola più grande dell’arcipelago.

La storia dell’isola, documentata da un gran numero di monumenti antichi, è conservata in questo museo all’aperto, che comprende chiese e chiostri dell’abbazia-fortezza di Montecassino di Santa Maria a Mare. L’abbazia, che un tempo ospitò i papi, fu anche assaltata e saccheggiata dai pirati che uccisero i monaci cistercensi e fu poi abitata dai Canonici Lateranensi, era un tempo considerata una Montecassino in mezzo al mare per la sua magnificenza. I mosaici pavimentali dell’XI secolo e il crocifisso del XIII secolo sono tra i tesori più preziosi dell’abbazia.

Capraia: Capraia è un piccolo isolotto che si trova nel Mar Adriatico e fa parte dell’Arcipelago delle Tremiti, composto da sette isole. Ha una superficie di 8,95 km², che la rende la seconda isola più grande dell’arcipelago delle Tremiti dopo San Nicola. Oltre a essere l’isola più grande della Puglia, è la seconda isola più grande dell’arcipelago delle Tremiti. Solo le Isole Tremiti, che si trovano nella Puglia settentrionale, sono situate a est della terraferma.

Le Isole Tremiti sono le seconde isole più grandi della Puglia dopo la terraferma. Capraia, un’isola piena di capre, ci offre uno sguardo al passato. Le capre selvatiche prosperavano sull’isola nell’antichità, tanto da farle prendere il nome di “Aegylon” (Terra delle capre). I Greci furono i primi a scoprire l’isola nel 1000 a.C. e la chiamarono “Aegylon”. Il nome si è mantenuto nel tempo, nonostante le varie civiltà l’abbiano rinominata. I monaci benedettini furono i primi a popolare le Isole Tremiti, dove pregavano e lavoravano nel Medioevo.

Cretaccio: La barriera corallina delle Isole Tremiti, sottoposta da secoli a incessanti agenti atmosferici, è considerata la più grande dell’arcipelago. Più che la più piccola delle Isole Tremiti, è considerata la più grande barriera corallina dell’arcipelago e, invecchiando, si ridurrà fino a scomparire. La barriera copre un’area di 3,5 ettari, oltre ad avere una lunghezza di 400 metri e una larghezza di 200 metri. Il suo perimetro è lungo 1.300 metri e il suo punto più alto è di 30 metri sul livello del mare. Sulla costa meridionale sono visibili i resti del molo benedettino.

La leggenda vuole che sia abitato da fantasmi. In realtà, qui fu giustiziato un galeotto, il cui fantasma si ritiene lo frequenti nelle notti di tempesta con la testa decapitata in mano. Ad aumentare il brivido c’è anche il vicino scoglio La Vecchia, di colore scuro e di proprietà di una vecchia strega.

Pianosa: Pianosa è un’isola italiana che fa parte dell’arcipelago delle Isole Tremiti (o Diomedee) nel Mar Adriatico. Ha la superficie più piccola di tutte le isole dell’arcipelago delle Tremiti, escluse Cretaccio e La Vecchia. È la quarta isola più grande dell’arcipelago, esclusi gli isolotti. Il comune delle Isole Tremiti è a Foggia e la provincia è responsabile della sua amministrazione.

Sull’isola non ci sono piante di grandi dimensioni o macchia mediterranea, e le uniche piante presenti sono alcuni bulbi di cipolla selvatica e semi. Sull’isola sono presenti pochi rettili, rospi e conigli selvatici, oltre a falchi della regina, berte minori e rondoni pallidi. I fondali marini, invece, ospitano una ricca varietà di vita che trova il suo habitat naturale ai piedi di scogliere alte 30 metri dove crescono le gorgonie.

Caratteristica comune di questo arcipelago delle Isole Tremiti è la presenza di piccole insenature e calette che lo rendono un punto veramente unico da visitare per tutti i turisti.

L’unica spiaggia di grandi dimensioni di tutto l’arcipelago, Cala delle Arene, e altre piccole insenature e calette sono diffuse in tutte le isole. Cala Matano scende direttamente in acqua, Cala degli Inglesi è il punto in cui affondò una nave di contrabbandieri inglesi, Cala Tamariello è un punto in cui possono attraccare piccole imbarcazioni e Cala Tonda è un grazioso laghetto in cui si può fare il bagno.

Le Grotte delle Viole e i fondali blu vicino ai faraglioni di Pagliai sono una tappa obbligata per i subacquei. Sono disponibili almeno 23 percorsi di snorkeling.

Nelle vicinanze delle Isole Tremiti possiamo anche ammirare con escursioni e immersioni la famosissima statuta sommersa di Padre Pio, meta ogni anno di migliaia di turisti, credenti e non che si recano nel luogo della deposizione di questa statuta diventata ormai una metà turistica affermata.

Dormire alle isole Tremiti

Tutti i turisti che si avventurano sulle Isole Tremiti vogliono anche poi passarci qualche notte, vediamo ora quali sono le offerte ricettive delle isole tremiti e quali posto possiamo scegliere per la nostra vacanza alle isole tremiti.

Hotel Kyrie Isole Tremiti

Situato sull’isola di San Domino, una delle Isole Tremiti, l’Hotel Kyrie è un hotel a 4 stelle immerso in una pineta. Offre gratuitamente una piscina all’aperto, un ristorante e una spiaggia privata in una baia accessibile senza costi aggiuntivi.

Le camere, tutte dotate di aria condizionata, includono minibar, TV e bagno privato. Alcune camere vantano anche un balcone con vista sulla pineta.

La piscina all’aperto è accompagnata da una terrazza solarium con un bar situato a bordo piscina. L’hotel si trova a soli 800 metri da una spiaggia di sabbia e dal porto, da cui partono le barche per le escursioni lungo la costa.

Il ristorante propone piatti tradizionali pugliesi. In alternativa, è possibile raggiungere a piedi la piazza di San Domino in 10 minuti, dove si trovano bar, ristoranti e negozi.

Durante il soggiorno, è possibile praticare lo snorkeling e presso la reception verranno fornite informazioni sulle immersioni disponibili nell’isola.

MAISON CON TERRAZZO VISTA ISOLE TREMITI

Situata a San Giacomo degli Schiavoni nella regione del Molise, MAISON CON TERRAZZO VISTA ISOLE TREMITI vanta un giardino. Questa casa vacanze offre alloggi con balcone.

La casa vacanze dispone di una terrazza, 1 camera da letto, un soggiorno e una cucina ben attrezzata. È disponibile una TV a schermo piatto.

L’aeroporto più vicino è l’Aeroporto d’Abruzzo, situato a 100 km dalla casa vacanze.

Casa vacanze con giardino alle isole tremiti


La Casa Vacanze con Giardino alle Isole Tremiti è situata a San Domino e offre un alloggio con aria condizionata a 1,6 km da San Nicola.

L’alloggio è composto da una camera da letto, un soggiorno e una cucina completamente attrezzata.

Hotel Eden

Situato sull’isola di San Domino, una delle Isole Tremiti, l‘Hotel Eden offre un servizio navetta gratuito da e per il Molo di San Domino. La struttura dispone inoltre di un ristorante che serve una colazione a buffet e una cena sulla terrazza con vista sul mare.

Le camere dell’Eden sono arredate con colori chiari e mobili in legno. Sono dotate di aria condizionata e bagno privato con asciugacapelli e set di cortesia.

Il ristorante propone piatti della cucina classica italiana, così come specialità e vini della regione Puglia.

Durante il soggiorno, il personale della struttura è disponibile 24 ore su 24 per assistervi e prenotare escursioni in barca o a piedi. È inoltre possibile partecipare alle lezioni di immersioni subacquee e snorkeling offerte dal Marlin Diving Center dell’hotel.

Hotel Le Viole

L’Hotel Le Viole, situato a San Domino, offre un giardino, una terrazza, un ristorante e un bar. Questo hotel a 3 stelle dispone di connessione WiFi gratuita e offre anche servizio navetta gratuito e servizio in camera. La struttura include una discoteca e un centro business.

Le camere sono climatizzate e dotate di scrivania, bollitore, macchina da caffè, frigorifero, cassaforte, TV a schermo piatto e bagno privato con bidet. Lenzuola e asciugamani sono forniti nelle unità dell’Hotel Le Viole.

Ogni mattina, presso la struttura, viene offerta una colazione a buffet o italiana.

Questo hotel a 3 stelle è ubicato in una zona rinomata tra gli appassionati di ciclismo e offre il servizio di noleggio biciclette.

L’Hotel Le Viole si trova a 146 km dall’Aeroporto di Foggia “Gino Lisa”, lo scalo più vicino.

Hotel La Tramontana

Situato a San Domino, a pochi minuti a piedi dalla piazza principale, l’Hotel La Tramontana è un’opzione che accoglie gli animali domestici. Offre connessione WiFi gratuita nelle aree comuni, un bar in loco e una navetta gratuita da e per l’aeroporto.

Le camere sono elegantemente arredate, climatizzate e dotate di interni insonorizzati. Sono fornite di TV LCD e bagno privato con bidet, doccia e asciugacapelli. Alcune camere dispongono di un’area salotto ideale per momenti di relax.

Potrete anche godervi il relax sulla terrazza, dove viene servita la prima colazione a buffet ogni giorno.

L’Hotel La Tramontana si trova a 43 km da Termoli e a 47 km da Peschici.

Il porto delle isole Tremiti

I porti dell’arcipelago si trovano a San Domino, dove i due isolotti sono separati da meno di 200 metri d’acqua. San Domino è il principale centro abitato delle Tremiti, anche se il comune ha sede a San Nicola, da qui poi dovrete muovervi tra le varie isole con i gommoni e i collegamenti organizzati che sono moltissimi durante la stagione e vi consentono di visitare le isole Tremiti senza grossi problemi.

Il parco marino delle Isole Tremiti

Il parco marino delle Isole Tremiti, riserva naturale situata all’interno del Parco Nazionale del Gargano, è uno degli habitat naturali più spettacolari del Mediterraneo, con il suo territorio selvaggio e aspro.

La regione costiera delle cinque isole, che comprende un patrimonio di pesci e crostacei che vivono a varie profondità, offre un panorama sottomarino di eccezionale bellezza, ottimo per le immersioni subacquee, oltre che per andare a caccia di fotografie dei numerosi relitti storici nascosti sui fondali.

L’economia delle Isole Tremiti si basa principalmente sulla pesca e sul turismo estivo, oltre a essere caratterizzata da un’atmosfera particolare.

Le Isole Tremiti mantengono un’atmosfera semplice e familiare, diversa da quella delle altre isole dell’Adriatico. A causa dell’aspro litorale, il turismo rumoroso e di massa non ha avuto luogo, ma gli amanti della natura troveranno in queste isole un luogo eccellente per una vacanza in totale libertà.

Quando andare alle Isole Tremiti

Le Isole Tremiti sono un luogo incantevole da visitare, ma bisogna essere sicuri di scegliere il periodo giusto. Il clima è mite tutto l’anno o le piogge tendono a cadere in autunno? Infine, c’è un’altra informazione fondamentale: quando andare alle Isole Tremiti.

Come raggiungere le isole tremiti

Le Isole Tremiti sono accessibili in traghetto. La NLG e il Gruppo Garganici Armatori sono le compagnie di navigazione che operano qui. I traghetti di entrambi i gruppi impiegano 50 minuti (1 ora e 5 minuti per il Gruppo Garganici Armatori, 1 ora per la NLG). A bordo sono disponibili servizi di bar e ristorante. Il numero di traghetti giornalieri varia durante la stagione estiva. Durante i periodi di punta dell’estate sono attive quattro rotte.

Per maggiori informazioni sui traghetti disponibili e i costi dei biglietti per la tratta Termoli-San Domino, ti consigliamo di visitare il sito web di TraghettiUP. Qui potrai trovare tutte le informazioni relative alle rotte disponibili, gli orari dei traghetti, i costi dei biglietti, nonché eventuali offerte o promozioni in corso. Inoltre, il sito ti consentirà di prenotare i biglietti direttamente online, evitando code e risparmiando tempo. Ti consigliamo in ogni caso di prenotare i biglietti con anticipo, soprattutto durante i periodi di alta stagione, per evitare di trovarti senza posto a bordo

Dove conviene imbarcarsi per le Tremiti?

Il porto più vicino dove imbarcarsi per raggiungere le isole Tremiti è sicuramente quello di Termoli, ma ovviamente se non siamo nelle vicinanze dobbiamo strutturare un piano alternativo per raggiungere le Isole Tremiti durante la nostra vacanza.

Le Isole Tremiti possono essere raggiunte sia da Rodi che da Termoli, entrambe a meno di 20 miglia di distanza. Un traghetto parte da San Nicola alle 9:15 e ritorna alle 16:50.

La traversata dura meno di un’ora. Il sabato e la domenica, il traghetto da Termoli parte da San Domino alle 8:50 e torna alle 18. Altrimenti, parte alle 8:25.

Isole Tremiti, come arrivare dal porto di Rodi Garganico?

Tra le Isole Tremiti e Rodi Garganico è attivo un servizio di aliscafi per tutta la stagione estiva. La compagnia NLG fornisce questo servizio, attivo solo da metà aprile a metà ottobre. Il collegamento viene effettuato con un aliscafo rapido che ha un’unica rotta. Il prezzo è compreso tra 16 e 25 euro, a seconda della stagione e della disponibilità. La partenza è alle 9:15, con arrivo alle 10:05. Il ritorno inizia alle 17:30, con arrivo alle 18:20. Sull’aliscafo è disponibile un bar.

Isole Tremiti, come arrivare dal porto di Peschici?

Le Isole Tremiti sono raggiungibili in traghetto. La Compagnia Navigazione Libera Adriatica effettua il servizio di traghetto tra San Nicola e le Isole Tremiti da inizio giugno a fine agosto. La Compagnia Navigazione Libera Adriatica effettua il servizio di traghetto tra San Nicola e Peschici, con partenza alle 8:50 e ritorno alle 16:35. Il viaggio dura un’ora e dieci minuti e parte tutti i giorni tranne la domenica. I biglietti del traghetto possono essere acquistati sia online che presso i porti di Peschici e San Nicola. I gruppi di almeno 10 persone possono ottenere prezzi speciali online. Il traghetto offre servizi di ristoro. È possibile portare con sé la propria bicicletta pagando un supplemento di 2,50 euro al check-in.

Come raggiungere le isole tremiti da Manfredonia

Manfredonia e Tremiti sono pronte per il nuovo servizio di traghettamento. Dopo quasi 30 anni, la regione della Capitanata sarà collegata al nord di Bari. 31 corse si svolgeranno dal 29 luglio al 31 agosto, utilizzando Elia, l’imbarcazione da 180 posti della Gargano Metro Marine. Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione tra Provincia e Regione. Quest’ultima ha messo a disposizione 450.000 euro tramite l’assessore al Bilancio Raffaele Piemontese. Come spiega Vincenzo Prencipe, amministratore di Gargano Metro Marine, il costo per ogni viaggio sarà di 21 euro. Il viaggio durerà circa 3 ore, il che potrebbe scoraggiare gli utenti.

Booking.com