Aree soggette a fenomeni di instabilita' in Puglia

Con D.G.R. n. 1697/2000 la Regione Puglia ha approvato il “Complemento di Programmazione”prevedendo la Misura 1.3 “Interventi urgenti per la Difesa del Suolo” Area di azione 4 “Miglioramento delle conoscenze di base, adeguamento e ampliamento del sistema di monitoraggio del suolo, dei corpi idrici superficiali, sotterranei e costieri, ai fini dell’aggiornamento dei piani di bacino e dei piani stralcio per l’assetto idrogeologico” affidando alla Struttura Tecnica Operativa dell’Autorità di Bacino della Puglia le attività relative alla sub area 4D “Attivazione della rete di monitoraggio delle aree in dissesto idrogeologico”. Con Deliberazione n. 194/06 il Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino della Puglia ha approvato il “Piano di Fattibilità”, approvato dalla Giunta della Regione Puglia con D.G.R. n. 1066/2006, per la suddetta Misura 1.3 -Area di Azione 4 - sub area 4D, che ha portato all’attivazione del Progetto: Por – Puglia 2000/2006 – Pon – PodisSistema informativo delle aree soggette a fenomeni di instabilità nella Regione Puglia e individuazione sperimentale di alcune aree campione a rischio di instabilità Nell’ambito di tale Progetto si è proceduto all’aggiornamento dell’inventario dei fenomeni di instabilità che interessano l’intero territorio della Puglia. Il webgis reso disponibile riporta, georiferite e cartografate, le frane complessivamente censite (distinte in tre tipologie) e le cavità naturali ed artificiali derivate dalla raccolta dei dati provenienti da:
FRANE

Archivi ufficiali:
Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico (PAI) delle Autorità di Bacino della Puglia, della Basilicata, dei Fiumi Trigno Biferno e minori Saccione e Fortore, e dei Fiumi Liri-Garigliano e Volturno; Progetto Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia (IFFI - aggiornamento 2006), redatto dall’ex Servizio Geologico Nazionale, ora ISPRA; Progetto Censimento delle Aree Italiane storicamente Vulnerate da calamità geologiche ed idrauliche (AVI), redatto dal Gruppo Nazionale per la Difesa dalle Catastrofi Idrogeologiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche (GNDCI-CNR).
Provincia di Foggia:
trattasi delle frane rilevate dalla Provincia di Foggia nell’ambito delle convenzioni sottoscritte con l’AdBP relative ad “Attività di raccolta e classificazione di dati su fenomeni franosi della Provincia di Foggia” e “Conduzione di studi di approfondimento degli aspetti relativi ai fenomeni franosi classificati”.
Fotointerpretazione AdBP:
frane derivanti dallo studio di fotointerpretazione condotto dall’AdBP (1478 frane ascrivibili tutte alla tipologia PG3).

CAVITA’

Cavità artificiali: dati derivanti dal censimento effettuato sulle cavità artificiali nell’ambito della convenzione sottoscritta dall’AdBP con l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IRPI-CNR) finalizzata alla “Attività di predisposizione dell’elenco aggiornato dei Comuni dell’intero territorio della Regione Puglia, sulla base di dati storici, bibliografici ed inediti, interessati da cavità antropiche” (dato puntuale a cui è associata una relativa scheda)
Cavità naturali:
- “Inventario_Grotte_Puglia”, in formato puntuale, raccoglie le segnalazioni derivanti dal Catasto Regionale delle Grotte e delle Aree Carsiche della Regione Puglia (L.R. 32/86), dal Progetto “Vore”, realizzato dalla Provincia di Lecce (relativamente al proprio territorio provinciale) in collaborazione con l’Università di Lecce e con il gruppo speleologico “Ndronico” di Lecce (2003) e dal Piano Urbanistico Territoriale Tematico per il Paesaggio della Puglia.